Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 22/10/2020, 16:44



Rispondi all’argomento  [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
 donne guerriere 
Autore Messaggio
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 30/06/2010, 13:12
Messaggi: 2397
Località: pozzo della ignoranza
argomento controverso ma pare che almeno fra i vikinghi fossero comuni
qui l'articolo sulla stampa
e qui la pubblicazione sull'American Journal of Physical Anthropology


13/09/2017, 19:05
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 21/01/2014, 14:09
Messaggi: 253
Località: Segrate (MI)
jeval ha scritto:
argomento controverso ma pare che almeno fra i vikinghi fossero comuni
qui l'articolo sulla stampa
e qui la pubblicazione sull'American Journal of Physical Anthropology


Argomento spinoso e, secondo me, "sotterraneo".
In prima approssimazione penso che tra i guerrieri di tutte le epoche ci fossero donne, ma...
Non come oggi che abbiamo i reparti femminili negli eserciti (o gli incarichi) e i sessi sono ben delineati e distinti, al di là dei ruoli. Nel passato chi combatteva lo faceva, di norma, al pari dei maschi, a fianco dei maschi, con abbigliamento e armi maschili. La stessa Giovanna d'Arco vestiva in battaglia da uomo e fu condannata al rogo, anche, per questo.
Delle Amazzoni si suppone che non fossero solo leggenda; lo testimonerebbero alcuni ritrovamenti archeologici.
E l'elenco, di casi di donne combattenti, potrebbe continuare. Altro esempio: più di un cronista arabo delle crociate narra di donne combattenti, tra i "francesi". Vennero però scoperte donne dopo che, uccise, vennero spogliate.
Bell'argomento, che deve fare i conti con questioni di natura antropologica, culturale e sociale ma anche religiosa e con la visione che della donna si aveva in quel periodo storico.


13/09/2017, 22:24
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2010, 18:13
Messaggi: 2401
Località: Genova - Prata Veituriorum
I longobardi utilizzarono donne armate in soverchiante numero per sopraffare una frazione avversaria durante una faida.


14/09/2017, 14:37
Profilo WWW
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 30/06/2010, 13:12
Messaggi: 2397
Località: pozzo della ignoranza
Nitopi ha scritto:
I longobardi utilizzarono donne armate in soverchiante numero per sopraffare una frazione avversaria durante una faida.

fonte?


14/09/2017, 14:54
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 12/06/2016, 8:06
Messaggi: 500
Località: Milano
Le donne medievali furono molto meno angelicate e remissive di come una certa tradizione, stilnovista prima e fiabesca poi, ci tramanda.
Molte furono le occasioni in cui esse presero le armi e il comando di eserciti.
Giovanna, Matilde, Eleonora, tanto per dare tre nomi che sono stampati nell'immaginario collettivo come "donne guerriere".
Le Crociate furono un fenomeno sociale incredibile, non solo per le pellegrine-armate che andarono al seguito dei loro uomini, ma anche (forse soprattutto) per quelle che rimanevano a casa in villaggi spesso depauperati di uomini dalle sempre più pressanti richieste di soldati da inviare alla Guerra Santa.
...o ad altre guerre più o meno santificate.
L'arco, come arma femminile che non induce al corpo a corpo, ha una lunga tradizione che arriva fino al nostro Ventennio fascista.

Ma piuttosto che fare un'analisi nota e riportare dati che sono già disponibili un po' dappertutto, vorrei provare a farne una più originale.
Vorrei parlarvi di Bradamante, l'eroina combattente delle storie popolari dei Pupi Siciliani (e, certo, anche colte del Boiardo e dell'Ariosto), in connessione con il divieto assoluto di indossare abiti maschili da parte delle donne, come invece fa proprio la nostra eroina.
Questo divieto viene diritto dalla bibbia.

«La donna non si vestirà da uomo, né l’uomo si vestirà da donna; poiché chiunque fa tali cose è in abominio all’Eterno, il tuo Dio.» (Deuteronomio 22:5)

Ora, il Deuteronomio dice un po' tutto e il contrario di tutto.
L'intero capitolo biblico è una serie di leggi che vanno a dettagliare praticamente ogni aspetto della vita quotidiana.
Cosa mangiare, cosa non mangiare, come vestire e via discorrendo.
Per quale motivo questa legge viene invece sottolineata così di continuo in epoca Medievale? Addirittura dai tribunali inquisitori?
Perché Giovanna fu, tra le altre accuse più importanti di eresia, anche accusata proprio di indossare abiti maschili proprio dal tribunale inquisitorio.
Ed abbiamo addirittura una donna guerriera che veste abiti maschili proprio dalla tradizione popolare, in barba alla Chiesa?!?

Beh, credo che la deduzione sia piuttosto semplice.
La cosa era assai più comune di quanto noi oggi si pensi.
La donna, se necessario, si armava e combatteva.
Come del resto ha sempre fatto in ogni tempo e in ogni luogo.
Non stava affatto ferma e zitta in attesa che si decidesse del suo destino, se quel destino non le aggradava.

...Del resto, leggete la poesia medievale.
Poi mi dite se quelle donne avrebbero accettato senza "argomentare" un destino diverso da quello a loro congeniale.

:lol: :lol: :lol:


15/09/2017, 16:54
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 12/06/2016, 8:06
Messaggi: 500
Località: Milano
Magin, postaci qualche immagine!!!


15/09/2017, 17:02
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2010, 18:13
Messaggi: 2401
Località: Genova - Prata Veituriorum
jeval ha scritto:
Nitopi ha scritto:
I longobardi utilizzarono donne armate in soverchiante numero per sopraffare una frazione avversaria durante una faida.

fonte?


https://books.google.it/books/about/Le_ ... sc=y&hl=it


Così su due piedi non ricordo la pagina, ma è una aggiunta alle leggi di Rotari, fatte nei ducati del sud Italia dopo la conquista del nord da parte dei Franchi


18/09/2017, 13:02
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 21/01/2014, 14:09
Messaggi: 253
Località: Segrate (MI)
Nitopi ha scritto:
jeval ha scritto:
Nitopi ha scritto:
I longobardi utilizzarono donne armate in soverchiante numero per sopraffare una frazione avversaria durante una faida.

fonte?


https://books.google.it/books/about/Le_ ... sc=y&hl=it


Così su due piedi non ricordo la pagina, ma è una aggiunta alle leggi di Rotari, fatte nei ducati del sud Italia dopo la conquista del nord da parte dei Franchi


Scusa Nitopi, non prendertela per questo.
Secondo te dovrei comprare e leggermi un libro di 405 pagine e del costo di una trentina di € per cercare un'informazione che, forse, nemmeno c'é?


18/09/2017, 20:26
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2010, 18:13
Messaggi: 2401
Località: Genova - Prata Veituriorum
... io l'ho letto ... e c'e'...

Di prima mano... ;)


20/09/2017, 13:14
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 13/12/2010, 18:13
Messaggi: 2401
Località: Genova - Prata Veituriorum
appena ho tempo provo a fotografare il pezzo in questione...
Comunque , per farla breve, allo scopo di aggirara una precedente legge che poneva pesantiissime sanzioni su gruppi di uomini armati (sia liberi che aldii) che attaccavano gruppi antagonisti nelle faide era successo che venissero utilizzate in più occasioni consistenti gruppi di donne armate .... (fatta la legge...) .
Da cui l'aggiunta posteriore che allargava la sanzione a tutti i casi possibili .....

Il libro, comunque è godibilissimo se si è interessati al periodo e si sa leggere tra le righe...
Ciao


20/09/2017, 13:14
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 24 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010