Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 20/02/2020, 8:48



Rispondi all’argomento  [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
 ExpoArc 2017 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 12/06/2016, 8:06
Messaggi: 474
Località: Milano
No, ragazzi, parlo di impressioni.
Sono lieto se invece non è così.

Credo che ognuno abbia il diritto di divertirsi come più gli piace, nel rispetto degli altri, e che ogni contributo sia utile.
Anche se "fuori dal coro".
Nel rispetto reciproco, la discussione, anche accesa, aiuta.
Guardate me, ad esempio, che della filologia francamente me ne sbatto.
Il mio studio è rivolto all'arco da guerra, perché è quell'arco che ha permesso all'uomo del popolo di emanciparsi.
Di affrancarsi dalla servitù e di diventare uomo libero, dove libero significa di valore.
Capace di badare a se stesso senza un vassallo.
Di riguadagnare la propria dignità e personalità di uomo, nella stima di se stessi così come nella società.
Ma forse di più.
Ci avete mai fatto caso che le scuole d'Arco più spirituali e pacifiche provengono dalla guerra?
Dal tiro fratricida dell'uomo contro l'uomo?!?

L'arcieria medievale non mi interessa per rievocare il bel tempo andato.
Capirla, ha un senso più profondo e viscerale,
Essa cela un messaggio modernissimo per l'uomo di oggi, che stenta a trovare un ruolo per se in questa società.
Ripercorrere a ritroso i suoi passi è un cammino nuovo e antico allo stesso tempo, da compiere per ricongiungersi con la propria parte più intima e profonda.
Nel Medioevo si parlava di ciò con un termine preciso, che oggi ci vergognammo a pronunciare: Anima.

Guardate nel profondo della vostra Anima, amici arcieri, e troverete un senso nuovo al tiro con l'arco tradizionale di cui parliamo in queste pagine. Fatto delle stesse cose di cui parliamo da sempre, che possono assumere una luce diversa.
Perché il nostro tiro con l'arco avrebbe ben poco senso, se non servisse proprio a ricongiungerci con questa parte più intima di noi.
Una parte dimenticata e, per questo, oggi ancor più importante.
Il tiro con l'arco storico, freccia dopo freccia, ricongiunge l'uomo con la propria Anima.


21/03/2017, 2:30
Profilo WWW

Iscritto il: 27/07/2010, 9:00
Messaggi: 2502
Ciao a tutti. Vorrei aggiungere anche le mie impressioni sulle giornate a Piacenza. Credo che alla fine la cosa più importante in questi incontri è aver l'opportunità di incontrarsi dal vivo, stringere nuove amicizie e anche magari rattoppare "strappi" causati da "malintesi informatici". Ho anche avuto l'impressione che sempre più persone stiano tornando a ripercorrere il sentiero che era ormai sparito ricoperto da secoli di sterpaglie, un sentiero che parte da molto lontano nel tempo (sto cercando di imitare maldestramente Oliviero ;) :lol: ). A proposito Oliviero ... mi spiace non essere riuscito ad intrattenermi più a lungo con te ma come hai notato in questi incontri si fa fatica anche a ritagliarsi il tempo per addentare un panino :|
Comunque ... si ... credo che sempre più gente si stia adoperando per ripulire e continuare l'antico sentiero, ognuno con gli attrezzi che meglio gli si confanno.
ciao


21/03/2017, 10:02
Profilo
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 30/06/2010, 13:12
Messaggi: 2355
Località: pozzo della ignoranza
Scusate il ritardo ma dovevo smaltire gli impegni posticipati .
provo ad aggiungere i miei due cent.per Piacenza .
Concordo con Oliviero , forse ci siamo anche se il cammino sarà ancora lungo ( ma è iniziato nel 2009 con la "fiera arceristica del solstizio d'estate" a poggio al vento e le traversie non sono mancate e non ce le faremo mancare nemmeno nelle prossime edizioni :-) )
Venendo a noi , continua a farmi piacere vedere/rivedere vecchi e nuovi amici
troppo lungo sarebbe l'elenco, un grazie particolare a Raff per i fornimenti e i consigli su come realizzare il fodero a un sax vikingo forgiato da Henri.
Molto è stato fatto ma molto resta ancora fra le "possibilità e potenzialità"
In merito a questo mi permetto di lanciare una piccola ( mica tanto piccola ) provocazione :
se per la prossima edizione ci fosse la possibilità di uno stand di Sagittando.it chi potrebbe rendersi disponibie per presidiarlo/contribuire_ad attrezzarlo ?
( si lo so mancano ancora 12 mesi ma intanto comninciate a pensarci )
@oliviero:
La Fiarc ha "girato la boa" è ha deciso di essere una federazione agonistica ,
chi ha combattuto al suo interno per cercare di allargarne "l'orizzonte degli eventi" non ce l'ha fatta e ha cercato altri lidi , se questo per la "fazione vincente all'interno dela Fiarc" sia stata una vittoria vera o una "vittoria di pirro" lo scopriremo nei prossimi ( azzardo ? ) tre anni .
Sull'Arc sospendo il giudizio , li ho contattatti in un giro di ricognizione fatto come responsabile arco storico durante il mio mandato ( molto breve :-) ) come componente del Consiglio Direttivo della Fiarc ( e si ho fatto anche questo )
mi sembravano una realtà interessante ,
col senno di poi penso siano troppo "chiusi su se stessi" ma forse sbaglio
@taccons:
Mi ha fatto piacere vederti a Piacenza ,e penso tu abbia capito che le punzecchiature antecedenti erano scherzose e forse non dirette a te ma a chi non mi saluta se non gli "inciampo" sui piedi


22/03/2017, 19:16
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 21/01/2014, 14:09
Messaggi: 253
Località: Segrate (MI)
In merito a questo mi permetto di lanciare una piccola ( mica tanto piccola ) provocazione :
se per la prossima edizione ci fosse la possibilità di uno stand di Sagittando.it chi potrebbe rendersi disponibie per presidiarlo/contribuire_ad attrezzarlo ?

Conta su di me, Bruno.


22/03/2017, 20:40
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 12/06/2016, 8:06
Messaggi: 474
Località: Milano
Grandi federazioni, grandi problemi.
Non sarò io a giudicarne le scelte.
Il nostro stare fuori è proprio di chi desidera la libertà di azione ed è disposto a pagarne il prezzo.

Desidero però ricordare ciò che ho già scritto altrove: il tiro con l'arco tradizionale non è tale se non è legato alla tradizione.
E la tradizione ci parla di una pratica polidimensionale.
Volendo semplificare al massimo, esistono quattro schematiche dimensioni.
Il gioco, l'agonismo sportivo, la caccia-guerra e la dimensione religiosa.
Esistono pressoché da sempre, in ogni cultura arcieristica.
Variano talvolta i nomi, non i concetti fondamentali sottesi.

Vanno praticate in egual misura?
Affatto.
A ognuno la sua libera scelta.

Esiste tuttavia una sorta di percorso naturale, che dovrebbe essere ben chiara a chi si occupa di didattica.
Non si può negare che il bambino dovrebbe vivere principalmente nella prima, il giovane affrontare con più serietà la seconda, mentre la terza, che tocca gli archetipi di vita e morte, è meglio affrontarla da adulti e la quarta è più una dimensione che richiede di essere saggi e posati, come sanno essere solo le persone che hanno vissuto a lungo e vedono perciò la morte più prossima degli altri, avendo una predisposizione spirituale che è il frutto del percorso svolto.
L'arco, perciò, non accompagna solo l'uomo sviluppandosi nel suo percorso evolutivo di specie.
L'arco accompagna anche l'uomo nella sua vita individuale, fornendogli ciò di cui ha bisogno nel suo percorso quotidiano.

Chiaramente questi concetti sono variati nel Tempo. Un torneo non è un olimpiade è un giovane medievale non ha trent'anni come quello di oggi. Ma, mutatis mutandi, credo che anche oggi la tradizione tramandi spunti che anderebbero vagliati con attenzione. Oggi come allora, in fondo, il giovane di talento trova ancora posto nelle forze dell'ordine.

Stiamo ovviamente schematizzando. Le dimensioni possono davvero essere vissute tutte e contemporaneamente.
Ma, col passare degli anni e dell'esperienza, si finisce per cambiare il fuoco della propria pratica arcieristica.
Se non accade, c'è sempre dietro un motivo che l'istruttore non deve trascurare.
Perché può, può non deve, nascondere un problema.
Generalmente, il non aver avuto la possibilità e la fortuna di vivere naturalmente gli eventi secondo le stagioni della vita.
Ma attenzione, il corpo di un agonista fuori stagione non è naturalmente predisposto per subire il medesimo stress.
Chi insegna ne tenga ben conto.

Capite dunque che, se è vero che la dimensione sportiva è quella che traina maggiormente, è anche vero che la società non è fatta di soli giovani. Escludere il bimbo o l'amatore non (o non più) agonista può trasformarsi in un boomerang anche dal mero aspetto economico e sociale.
Faccio perciò fatica, Jeval, a comprendere questa scelta, se è quella di una federazione che desidera valorizzare gli aspetti tradizionali del tiro con l'arco.
Dov'è la tradizione? Nell'arco di legno?!?

...avrete notato che non ho parlato di una dimensione legata all'arco storico.
Ma di ciò parleremo in altra occasione.

;-)


23/03/2017, 1:38
Profilo WWW

Iscritto il: 30/01/2012, 23:04
Messaggi: 628
e se ci fosse davvero la possibilità di fare uno stand di sagittando, che scopo avrebbe? Vendere o comprare? Spiegare o istruire? E i costi? Ma alla fine, intendevo dire sarebbe come un sagittando dal vivo o "più formale"? Però mi stuzzica l'idea..... se il prowein non scade le stesse date come quest'anno.


23/03/2017, 23:43
Profilo

Iscritto il: 27/07/2010, 9:00
Messaggi: 2502
a me sembra un ottima idea. sarebbe il punto di incontro per gli iscritti per ritrovarsi e conoscere di persona chi non si è mai visto in cui ognuno può portare e mostrare quello che fa, discuterne ecc. magari bevendo un bicchiere di vino insieme


24/03/2017, 9:52
Profilo

Iscritto il: 30/01/2012, 23:04
Messaggi: 628
del vino ti è venuto in mente prima o dopo che scrivessi?


24/03/2017, 10:17
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 21/01/2014, 14:09
Messaggi: 253
Località: Segrate (MI)
ligera ha scritto:
del vino ti è venuto in mente prima o dopo che scrivessi?

Ligera, non provocare...


24/03/2017, 11:59
Profilo WWW

Iscritto il: 27/07/2010, 9:00
Messaggi: 2502
Cita:
del vino ti è venuto in mente prima o dopo che scrivessi?

Ciao Ligera ... :lol: ... a esser sincero tutte e due ... li a Piacenza Jeval ci ha offerto un buon bicchiere di vino delle sue parti e poi leggendo mi son subito venuti in mente i tuoi :roll:
ciao


31/03/2017, 17:08
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 38 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Ahrefs [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010