Messaggi senza risposta | Argomenti attivi Oggi è 14/12/2017, 9:08



Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
 Allungo arciere 
Autore Messaggio
Avatar utente

Iscritto il: 07/07/2014, 9:53
Messaggi: 196
Ho una domandona! è possibile che io abbia un allungo di soli 26 pollici? Sono alto 170 e uso un arco da 180 ...mi sarei aspettato qualcosina di più.


27/11/2017, 17:58
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 26/02/2011, 11:43
Messaggi: 2513
come hai ottenuto questa misura?


27/11/2017, 20:41
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 12/06/2016, 8:06
Messaggi: 356
Località: Milano
È possibilissimo.
L'allungo varia anche con il libbraggio dell'arco e, inevitabilmente l’età.
Io in trent’anni ho perso un pollice di allungo.
Per riprendere una metafora un po' guascona del buon Magin, ventisei pollici ben usati sono assai meglio di trenta gestiti maldestramente.


27/11/2017, 23:44
Profilo WWW
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: 30/06/2010, 13:12
Messaggi: 2225
Località: pozzo della ignoranza
Ciao Rennu,
difficile risponderti senza vederti
se vuoi ti cerco un istruttore sull'isola
dovrebbe essercene qualcuno Fiarc a Cagliari e qualcuno ArcoUisp ad Ardauli
Considera però che allunghi importanti storicamente sono stati cercati e usati in ambito militare per tiri di sbarramento e in contesti di caccia altrettanto importanti su prede di grossa mole ( in Africa sopratutto )
Tieni presente che anche le frecce recuperate dalla MaryRose avevano una lunghezza media attorno ai 28" e che quelle da 32" probabilmente erano destinate ad ospitare frecce incendiarie ed erano di quella dimensione per evitare di scottarsi la mano o l'arco


28/11/2017, 11:23
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 07/07/2014, 9:53
Messaggi: 196
Grazie a tutti. Allora si la penso come te Oliviero! perché se pur poco la freccia ha una ottima velocità e tiri tesi anche a belle distanze e l'arco è solamente da 47#.

Bac ho usato una freccia graduata fatta in casa

Magin quindi questa mania di avere allunghi impossibili anche dietro l'orecchio non è che sia molto filologico?

Questo è una fotogramma tratto da un video che cercherò di mettere anche per capire se ho una buona postura e avere consigli...sicuramente se stendessi di più il braccio del arco prenderei qualche pollice in più.. ma cosi evito di colpire il parabraccio

Allegato:
Immagine.png


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


28/11/2017, 11:51
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 07/07/2014, 9:53
Messaggi: 196
Ecco il video dovrebbe vedersi

https://youtu.be/k964JNy6X7E


28/11/2017, 12:08
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 26/02/2011, 11:43
Messaggi: 2513
è del tutto plausibile tale allungo allora .

se hai la possibilità di variare gli archi prova a cambiare tecnica , io mi ero costruito un arco lungo 2 metri tipo longbow con il quale sono arrivato ad allunghi di un metro utilizzando la presa col pollice e aprendo fino alla spalla e oltre , ho rivisitato a modo mio il concetto di entrare nell'arco .
hanno ragione quando dicono che 26" va benissimo se l'arco è concepito per tale allungo .

se la filosofia del riduci le libbre ed aumenta l'allungo poi paghi davvero non so dirti visto che il panorama arceristico è assai vario .


28/11/2017, 13:32
Profilo
Avatar utente

Iscritto il: 12/06/2016, 8:06
Messaggi: 356
Località: Milano
Il bello di questi archi è che puoi variare la velocità delle frecce lavorando sull'allungo e sulla scoccata in base all'effetto che vuoi ottenere. Il tiro che fai tu, ad esempio, è adattissimo a prendere un fagiano o una lepre a quindici venti metri.
Se già volessi mettere il tuo bersaglio ad una distanza diciamo di trenta metri, potresti mantenerela stessa impostazione, variando di pochissimo l’alzo ma lavorando di più sullo strappo (non è vero che si strappa solo col tiro all'orecchio) e sul movimento del gomito. Se talvolta le frecce tendono ad andarti verso sinistra, questo cambio di scoccata favorirebbe anche un miglior allineamento.
Poi si comincia a variare l'allungo mantenendo il braccio naturalmente flesso ma spostandolo leggermente verso destra a mano a mano che la cocca della freccia scorre a lato del viso, per arrivare al possente tiro a parabola e all'orecchio.
Col tuo fisico arriveresti tranquillo a frecce da ventinove trenta pollici, come quelle che cita Jeval.
Io, con altri qui, sono convinto che chi usava questi archi ne aveva tale padronanza da variare naturalmente tra questi parametri mantenendo costante il proprio rendimento anche con frecce di diversa lunghezza e peso, nate per diversi scopi.
Complimenti, sei un bell'arciere!


28/11/2017, 21:41
Profilo WWW
Avatar utente

Iscritto il: 07/07/2014, 9:53
Messaggi: 196
Grazie ragazzi! Ho tanto da imparare ma metto tantissimo impegno e passione! Io per variare le condizioni di tiro cambio spesso distanza e posizione dei bersagli e tiro anche con frecce di lunghezza diversa e con punte dal peso differente (dalle commerciali a quelle che realizzo alla forgia), spero vada bene. Oliviero si in effetti ho notato che su quella distanza il tiro è bello preciso (mi sono costruito una sagoma di un cinghiale) ma adoro anche tirare a parabola e godermi il volo della freccia.


29/11/2017, 9:59
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Rispondi all’argomento   [ 9 messaggi ] 

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Designed by ST Software for PTF.
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010